decreto semplificazioni 2012 - Studio Rag. Mauro Lapini Consulente del lavoro

Vai ai contenuti

decreto semplificazioni 2012

DECRETO SEMPLIFICAZIONI

È stato pubblicato il decreto legge n.5 del 9 febbraio 2012 (c.d.Semplificazione) nel S.O. n.27 della G.U. n.33. Tale decreto contiene delle previsioni che impattano sull’operato dei professionisti del mondo del lavoro, in
particolare:
 verranno semplificati, seguendo principi di proporzionalità e di eliminazione delle duplicazioni, i controlli e le ispezioni sulle imprese;
 in materia di interdizione anticipata dal lavoro per maternità: dal 1° aprile 2012, per le interdizioni dovute a gravi complicanze, sarà la Asl a rilasciare l’autorizzazione, mentre la DTL si occuperà dei casi di situazioni ambientali a rischio e impossibilità di spostamento ad altre mansioni della lavoratrice;
 dal primo maggio i pagamenti all’Inps dovranno essere effettuati solo con strumenti telematici postali o bancari;
 sarà aumentato il livello di repressione dell’Inps delle prestazioni indebite con sanzioni dai € 500,00 a € 5.000,00 con ripetizione dell’indebito;
 semplificazione ulteriore dell’assunzione degli extracomunitari stagionali, in particolare la CO assolverà anche a tutti gli obblighi di comunicazione della stipula del contratto di soggiorno per lavoro subordinato concluso direttamente tra le parti per l’assunzione di un lavoratore con permesso di soggiorno per motivi di lavoro subordinato in corso di validità;
 per la comunicazione dei lavoratori c.d. extra nei pubblici esercizi, se il datore di lavoro non ha tutti i dati è sufficiente inviare, in via preventiva, al centro per l’impiego, con le modalità usuali, quelli relativi al nome del prestatore e alla tipologia contrattuale, fermo restando l’obbligo dell’integrazione entro il terzo giorno successivo;
 la richiesta di sospensione degli obblighi occupazionali che si ha, per le imprese industriali, in presenza di interventi integrativi di Cigs o di solidarietà (art.1, co.1, L. n.863/84) o, in tutti i settori, in presenza di una procedura di mobilità nel caso di imprese con unità produttive ubicate in più province, va inviata oltreché al servizio della Provincia ove insiste la sede legale, anche al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali;
 nel caso di “omessa registrazione” nel LUL per le sanzioni occorre far riferimento alle scritturazioni “complessivamente omesse” e non a ciascun singolo dato del quale manchi la registrazione; invece, nel caso in cui ci si trovi a un’infedele registrazione da cui emerga una volontà commissiva del trasgressore finalizzata, vanno applicate tante sanzioni quante sono le registrazioni infedeli;
 per quanto riguarda la solidarietà negli appalti è stato esplicitato che essa viene applicata anche ai premi assicurativi dovuti in relazione al periodo di esecuzione dell’appalto, nonché al trattamento di fine rapporto “pro quota” riferito al periodo di esecuzione del contratto, restando escluso qualsiasi obbligo per le sanzioni civili di cui risponde solo il responsabile dell’inadempimento. Inoltre sono state riviste le regole per la solidarietà nel caso in cui il committente sia un’azienda pubblica.

DECRETO FISCALE E SEMPLIFICAZIONI
Il Consiglio dei Ministri ha approvato, il 24.02.2012, il decreto legge sulle semplificazioni fiscali e sulle norme antievasione.
Di seguito si segnalano le principali novità, alcune delle quali sono state introdotte direttamente nel corso della seduta.
Nella versione finale è scomparso il fondo nel quale dovevano affluire le risorse che, nel 2012 e nel 2013, sarebbero state destinate ad abbattere le tasse.  

Misure cautelari   
Elevato a 20.000 euro il limite per procedere all’iscrizione di ipoteche e disporre confische relative a cartelle esattoriali.

Scudo fiscale   
Prorogato al 16.05.2012 il termine per il pagamento della tassa sull'anonimato per chi ha aderito allo scudo fiscale.

Imu
Uniformata la disciplina dell'Imu sugli immobili per le abitazioni all'estero con gli analoghi beni presenti sul territorio italiano; in particolare, l’aliquota scenderà dallo 0,76% allo 0,40% qualora l’immobile rappresenti l'abitazione principale del contribuente.
Per i beni della Chiesa, l’esenzione riguarderà solo gli immobili utilizzati per lo svolgimento di attività con modalità non commerciali; nelle ipotesi in cui l'utilizzo è “misto”, il carico fiscale sarà proporzionale alla “quota commerciale”.

Pensioni e c/c   
Prorogato al 1.05.2012 il termine previsto per l'obbligo, a carico dei pensionati e dei lavoratori della pubblica amministrazione, di dotarsi di conto corrente bancario postale o bancario su cui saranno accreditati stipendi e pensioni.
Controlli fiscali  
Saranno elaborate liste selettive contenenti tutti i nominativi dei contribuenti più volti segnalati per non aver emesso scontrini, fatture o ricevute fiscali.

Pagamenti rateali
Nell’ipotesi di pagamento rateale, il piano decadrà solo dopo il mancato pagamento di 2 rate consecutive; la rateazione, inoltre, potrà essere concessa anche a coloro che hanno già avuto problemi con un primo piano di dilazione.
Sarà possibile, inoltre, chiedere la rateizzazione dei debiti tributari a importi crescenti.

Tassa sui rifiuti   
Prevista l’applicazione della tassa sui rifiuti anche agli immobili senza superficie “ufficiale”.

Elenchi clienti fornitori   
L’elenco clienti e fornitori sostituirà lo spesometro, ponendo sotto osservazione tutte le transazioni commerciali.

Limite debiti fiscali   
Elevato da 16 a 30 euro il limite per i debiti fiscali sotto il quale non sarà consentito procedere ad accertamento, iscrizione a ruolo e riscossione

R.C. auto    
Ammessa la variazione delle aliquote concernenti l'imposta sulla R.C. auto sia da parte delle Province delle Regioni a statuto ordinario, sia per quelle delle Regioni a statuto speciale.

Giochi   
Il personale dei Monopoli dello Stato, della Polizia, dei Carabinieri e della Guardia di Finanza sono autorizzati a "spacciarsi" per giocatori al fine di accedere nelle sale slot per verificare eventuali irregolarità.

Compensazione Iva   
Ridotta da 10.000 a 5.000 euro la soglia che permette l'invio preventivo all'Amministrazione Finanziaria dell’apposita dichiarazione.

Esportazione capitali   
Inasprite le sanzioni per coloro che saranno sorpresi a esportare capitali oltre la soglia consentita di 10.000 euro. La misura per l'oblazione, fissata al 5% della somma eccedente il tetto, potrebbe aumentare al 15%.

Scudo fiscale e accertamento Iva   
Per le attività finanziarie oggetto di emersione o di rimpatrio non è comunque precluso l'accertamento ai fini Iva.

Accertamento esecutivo   
Gli agenti della riscossione dovranno informare il contribuente, con una raccomandata, di aver preso in carico una somma che lo riguarda.

Costi da reati   
La modifica all’art. 14, c. 4-bis della legge 24.12.1993, n. 537 stabilisce che non sono ammessi in deduzione i costi e le spese dei beni o delle prestazioni di servizio direttamente utilizzati per il compimento di atti o attività qualificabili come delitto non colposo. Ne deriva la soppressione della generica riferibilità ai "reati", con conseguente restrizione dell’ambito applicativo della norma.  

Studi di settore e accertamento induttivo   
In tema di studi di settore, il limite del 15%, al superamento del quale è possibile l’accertamento induttivo, non riguarda l'omessa presentazione del modello o l'indicazione di cause di esclusione o di inapplicabilità non corrette. In questi casi non vige nessuna franchigia (in precedenza si aveva il differenziale del 10% tra reddito dichiarato e quello accertabile). Conseguentemente, il mero errore nell'indicazione di una causa di esclusione dagli studi o l'omesso invio del modello consentiranno l’applicazione dell’accertamento induttivo "puro".


Studio Rag. Mauro Lapini
consulente del lavoro
via 4 novembre 23
50028 Tavarnelle Val di Pesa (Fi)
Torna ai contenuti