Indennità disoccupazione Cocopro 2013 - Studio Rag. Mauro Lapini Consulente del lavoro

Vai ai contenuti

Indennità disoccupazione Cocopro 2013

InformaUtile > Varie Lavoro-Sicurezza

INDENNITÀ DISOCCUPAZIONE AI CO.CO.PRO. 2014


E’ stato pubblicato il nuovo modello di domanda per l’anno di riferimento 2014 disponibile nella modulistica on line il  COD. SR 140.
L’ISTAT, con comunicato stampa del 14 gennaio 2014, ha reso noto che l’incremento pari al 1,1 per cento, pertanto, ai fini del riconoscimento dell’indennità ai collaboratori coordinati e continuativi a progetto, si comunica che il limite di reddito della citata disposizione per l’anno 2013 risulta pari a 20.220 euro.
Per la presentazione delle domande con anno di riferimento 2014 e per quelle degli anni successivi, il requisito del periodo di disoccupazione ininterrotto di almeno due mesi, sostituisce il requisito dell’assenza di contratto di lavoro ininterrotto di almeno due mesi, valevole esclusivamente per l’anno 2012.


I beneficiari della prestazione sono i collaboratori coordinati e continuativi iscritti in via esclusiva alla Gestione Separata presso l’Inps, esclusi i titolari di redditi di lavoro autonomo e gli iscritti alla Gestione Separata non inquadrabili nell’ambito di applicazione dei contratti di collaborazione a progetto (ad esempio gli assegnisti di ricerca, i dottorandi di ricerca con borsa di studio, i soggetti che svolgono un mero rapporto di collaborazione coordinata e continuativa). Sono inoltre esclusi gli assicurati presso altre casse previdenziali, che siano già titolari di pensione ovvero assicurati presso altre forme pensionistiche obbligatorie.
La domanda può essere inviata tramite web, purché in possesso di PIN dispositivo mediante il servizio disponibile tra quelli dedicati al Cittadino, selezionando le voci "Invio Domande di prestazioni a Sostegno del reddito" - "Indennità Una Tantum Co.Co.Pro.". Le funzionalità disponibili sono le seguenti:
• informazioni: pagina riportante l’informativa sulle domande (cos’è, a chi spetta, cosa spetta etc e chi può effettuare la domanda on-line);
• acquisizione domanda: funzione di acquisizione dei dati della domanda;
• consultazione domande: funzione di visualizzazione delle domande inoltrate mediante diversi canali.
Alcune informazioni, quali i dati anagrafici, sono già presenti, altre devono essere inserite per fornire tutti gli elementi necessari alla definizione della domanda. È anche possibile inserire la domanda in più fasi in tempi diversi, creando una bozza che rimane disponibile per tre giorni e inviarla solo quando definitiva. È comunque disponibile un manuale della procedura.
Dopo essere stata inviata, la domanda viene protocollata e si ottiene la ricevuta di presentazione che è scaricabile e stampabile.
L’Inps ha precisato che saranno esaminate anche le domande pervenute su moduli non conformi.
L’accoglimento della domanda avverrà solo in presenza in capo al collaboratore dei requisiti che devono essere soddisfatti "in via congiunta":
 aver operato in regime di monocommittenza;
 aver conseguito un reddito lordo complessivo soggetto a imposizione fiscale non superiore a € 20.200,00 nel 2013;
 aver accreditata almeno una mensilità presso la Gestione separata nel anno in corso;
 aver dichiarato l’assenza di contratto di lavoro per un periodo ininterrotto di almeno due mesi nel anno precedente;
 avere almeno tre mensilità accreditate presso la Gestione Separata nel anno precedente.
Per gli anni 2013, 2014 e 2015, l’importo della prestazione è pari al 7% del minimale annuo di reddito (minimale giornaliero nell'anno per 312, € 15.357,00 per il 2013), moltiplicato per il minor numero tra le mensilità accreditate l’anno precedente e quelle non coperte da contribuzione. Ad esempio, l’importo spettante nel caso di 8 mensilità accreditate nel 2012 e 4 non coperte da contribuzione, sarà di € 4.299,96 che saranno liquidati in 4 rate da € 1.000,00 e una da € 299,96.
La prestazione è liquidata in un’unica soluzione se pari o inferiore a € 1.000,00 ovvero in importi mensili pari o inferiori a 1.000 euro se l’importo della prestazione è superiore a € 1.000,00. Qualora il pagamento dell’indennità avvenga dopo il 120° giorno dalla presentazione della domanda, devono essere riconosciuti gli interessi legali.
L’indennità è soggetta a tassazione corrente.

Studio Rag. Mauro Lapini
consulente del lavoro
via 4 novembre 23
50028 Tavarnelle Val di Pesa (Fi)
Torna ai contenuti